Nel brano “Il volo del calabrone” di Rimskij-Korsakov il protagonista viene trasformato in insetto per raggiungere, non visto, il re suo padre e annunciargli che la notizia della propria morte era falsa: è quindi un volo che esprime il desiderio di vivere e che apre alla speranza di un futuro più luminoso. Questa collezione di tre nuovi profumi prende il nome da quel volo, e propone il calabrone come portatore di un messaggio. Il recupero di un rapporto armonioso tra uomo e natura è sempre stato al centro dei valori di Maria Candida Gentile, e i profumi da lei creati sono tutti espressione delle emozioni che partono da questa osservazione. E' questo il senso di questa nuova collezione, con i tre profumi collegati tra loro dalla nota di miele: la riscoperta della natura, il riconoscimento della sua fragilità, la stessa fragilità che ci caratterizza come esseri umani, l'aprirci alla sua bellezza, l'esperienza senza la quale noi stessi rischiamo di perderci.


Leucò è la scoperta di un fiore bianco che si apre solo di notte, emanando un profumo ipnotico ed emozionante: la tuberosa, fiore a un tempo proibito e spirituale........ scopri
Kitrea è l'unione tra gli agrumi e il mare, il sogno di un'isola piena di limoni, con il giallo del sole che ne fa brillare le scorze da lontano....... scopri
Syconium è la maturazione del fico, l'espressione massima dell'offerta della natura sotto forma di frutto, la ricchezza del sapore....... scopri